martedì 16 settembre 2014

INCIDENTE PITTORICO di Sergio Gaut vel Hartman




Era l'unico, autentico ladro di quadri, l'unico vero, capace di entrare nelle grandi opere per rubare fagiani, mandolini, carte e perfino sorrisi. Il guaio è che poche volte trovava cose preziose e troppo si perdeva negli sconcertanti paesaggi dei quadri di Dalí o Van Gogh, quando non restava agganciato agli spigoli dei Picasso o Duchamp. Comunque, la cosa peggiore accadde il giorno che cercò di entrare in un Kandinsky. Trasformato in un punto su un piano, fu inseguito da un branco di trangoli e rombi che subito lo raggiunsero e divorarono senza pietà.

(Traduzione dallo spagnolo di Paolo Secondini)

4 commenti:

  1. racconto "flash" davvero intenso, suggestivo.

    RispondiElimina
  2. Come sempre, Sergio ci sorprende con la sua ironica e magica fantasia...

    RispondiElimina
  3. Un altro bel raccontino sul tema dell'arte. Devo dire che i quadri, le statue e i loro autori possono davvero ispirare storie fantasy.

    Giuseppe Novellino

    RispondiElimina
  4. Grazie a tutti che hanno commentato questo breve romanzo. Si tratta di uno dei miei lavori preferiti.

    RispondiElimina